Ita      Eng
Percorso espositivo
L’idea che sta dietro al percorso espositivo del nuovo Museo dell’età veneta – il Cinquecento interattivo si basa su due concetti principali: il viaggio e la conoscenza. Il viaggio che compie il pubblico muovendosi all’interno delle sale è un graduale avvicinamento alla storia della città di Bergamo nel Cinquecento, alla scoperta di persone, luoghi, attività e commerci. L’idea della conoscenza come processo in continuo divenire è restituita nell’allestimento dall’elemento della cassa da trasporto, associata nel nostro immaginario al viaggio e al commercio.
Nelle prime sale del museo il viaggio inizia partendo dalla visione del mondo alla fine del Medioevo. Si viaggia da Venezia a Bergamo insieme a nunzi, rettori, mercanti, corrieri di posta, vagabondi, sino a giungere sin dentro alla città “posta supra monte mirabellissima”, tra borghi e vicinie, palazzi e conventi, con i loro uomini e le loro storie.
Questo paesaggio sarà poi profondamente trasformato dalla costruzione delle mura veneziane e appunto la città “ridotta in fortezza” si presenta al visitatore all’inizio della seconda parte del percorso attraverso la mappa della Bergamo seicentesca di Stefano Scolari, per poi schiudergli le porte di due tra i molti suoi luoghi di commercio: la bottega dello speziale (“aromatario”) e quella del libraio (“bibliopola”), come sempre ricreate in forme interattive.
Il percorso si chiude sul grande Prato di S. Alessandro, nella città bassa, dove vanno in scena le voci e i suoni del gran mercato della Fiera.

© 2012 FONDAZIONE BERGAMO NELLA STORIA
P.za Mercato del fieno, 6/a - Bergamo - Tel. 035 24.71.16 - Fax 035.21.91.28 segreteria@bergamoestoria.it
Quidlife.it